“Pietà di Michelangelo” particolare del volto di Gesù matita su carta liscia 40 x 32 cm. 2006 Collezione privata

La “Pietà” di Michelangelo Buonarroti è uno di quei capolavori che mi ha sempre incantato, e quando mi capita la osservo da vicino (sono molto fortunata ad averla nella mia città) in una sorta di adorazione, quasi ne volessi carpire i segreti…Questo è il primo disegno in chiaroscuro a matita realizzato nel 2006. Raffigura il particolare del volto di Gesù. La Pietà vaticana è una scultura marmorea (altezza 174 cm, larghezza 195 cm, profondità 69 cm), databile al 1497-1499 e conservata nella basilica di San Pietro in Vaticano a Roma. Si tratta del primo capolavoro dell’ allora poco più che ventenne Michelangelo (è detta anche “Pietà” giovanile). E’ l’unica opera da lui firmata, sulla fascia a tracolla che regge il manto della Vergine: MICHEL.A[N]GELVS BONAROTVS FLORENT[INVS] FACIEBAT (“Lo fece il fiorentino Michelangelo Buonarroti”).Il disegno è realizzato su carta liscia Fabriano e matita HB, questo rappresenta una doppia difficoltà, perché per un disegno del genere si dovrebbe usare una matita più morbida B e sicuramente un foglio di carta semi ruvido. L’insegnante mi fece fare appositamente questo esercizio. In realtà ne feci due, l’altro disegno raffigura il particolare della Madonna sempre della stessa scultura. Stessa tecnica e identico supporto. Stessa difficoltà.